Natalia Pazzaglia

Consulente e docente in project management e storytelling per il sociale

Mi chiamo Natalia Pazzaglia e lavoro nel no profit dal 2012. Il mio percorso è iniziato nella cooperazione con alcune esperienze in paesi in via di sviluppo, ho poi lavorato, in Italia, Stati Uniti e Germania, con organizzazioni internazionali, nel mondo dell’imprenditoria e innovazione sociale e con Fondazioni, occupandomi di project management, fundraising, formazione e storytelling. Il leitmotiv del mio percorso professionale sono stati i viaggi e la cura, che hanno spostato il mio sguardo e mi hanno fatto intuire il valore dell’autenticità e della condivisione. L’esperienza che mi ha cambiato di più a livello professionale e personale sono stati gli anni di vicinanza ad una paziente oncologica: mia mamma. Mi ha insegnato il coraggio e la determinazione nelle difficoltà, la creatività di fronte ai vicoli ciechi, la speranza nei momenti più bui, l’amore per le cose belle, la fiducia nel cambiamento positivo. Lo storytelling è uno degli strumenti a me più cari: credo che le persone possono fare la differenza, e che con le nostre storie, anche attraverso dolore e fallimenti, possiamo cambiare il mondo. Vulnerabilità, mancanze e trasformazione sono i temi che mi stanno più a cuore. In questi ambiti ho da poco lanciato lasae, un progetto per offrire supporto a chi attraversa una perdita.